Le reliquie di don Luigi a Papa Benedetto XVI

Le reliquie del Beato Luigi Monza nelle mani di Papa Benedetto XVI
Roma, 26-28 settembre 2006

Sono 2000 gli amici del Beato Luigi Monza e dell’Associazione “La nostra Famiglia” che, insieme alle Piccole Apostole della Carità, hanno partecipato all’Udienza di Papa Benedetto. Al Santo Padre hanno espresso il loro grazie corale per la beatificazione di don Luigi Monza, avvenuta a Milano il 30 aprile scorso.
L’udienza con il Papa ha costituito il momento centrale del pellegrinaggio, durante il quale gli sono state consegnate le reliquie del Beato, come segno di unità tra la Chiesa diocesana e quella universale, posta sul fondamento della tradizione degli Apostoli. Come dice Papa Benedetto nella Lettera Enciclica Deus caritas est “il comandamento dell’amore diventa possibile solo perché non è soltanto esigenza: l’amore può essere comandato perché prima è donato” (n, 14).
26 settembre 2006 nella basilica di San Paolo fuori le Mura si è tenuta la Celebrazione della Santa Messa votiva per chiedere la carità, presieduta dal Cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi e Presidente della Pontificia Commissione per l’America Latina. “Quel sacerdote piuttosto piccolo, che si presentava modestamente, fu un genio dell’amore. Egli ci ha fatto capire che l’amore è l’essenza del Cristianesimo. Ecco il messaggio che il Beato Luigi Monza ci lascia. E’ un messaggio di cui il nostro tempo ha particolarmente bisogno”. (dall’omelia del Cardinale Re)
27 settembre 2006 Durante l’Udienza Generale davanti a una folla di 30.000 fedeli che gremivano la piazza San Pietro il Papa si è soffermato sulla figura dell’Apostolo Tommaso. Nel saluto “i partecipanti al pellegrinaggio promosso dalle Piccole Apostole della carità e dall’opera “La Nostra Famiglia” in occasione della beatificazione di don Luigi Monza, sacerdote del clero milanese” ha invitato “sull’esempio del nuovo Beato, a proseguire nell’impegno di adesione a Cristo e di testimonianza evangelica”. Ha quindi ricevuto le reliquie del Beato Luigi Monza dalle mani della Responsabile Generale dell’Istituto Secolare delle Piccole Apostole della Carità, Giancarla Ronco.
Al pomeriggio: Santa Messa alla chiesa di Santa Maria in Vallicella celebrata da Monsignor Luigi Stucchi, Vescovo ausiliare di Milano.
28 settembre 2006 nella basilica di San Pietro all’altare della Cattedra si è celebrata la Prima Messa Solenne della memoria del beato Luigi Monza, presieduta da Monsignor Angelo Comastri, Vicario Generale di Sua Santità per la Citta del Vaticano. “Qual era il segreto della vita dei primi cristiani? Perché attiravano i lontani a Gesù? La ragione è questa: in Gesù crocifisso avevano visto il vero volto di Dio, il volto dell’amore e del dono di sé e della carità senza limiti. Ed erano rimasti affascinati da questo volto fino a diventare essi stessi il volto di Dio. Don Luigi Monza ha fatto la stessa esperienza: i santi, infatti, sono coloro che hanno l’occhio limpido e vedono il volto di Dio e ce lo rendono visibile e contemporaneo con la loro vita.” (dall’Omelia di Monsignor Comastri)