I Giornata Mondiale dei Poveri

Domenica 19 novembre
I Giornata mondiale dei poveri

Voluta da Papa Francesco, la 1° Giornata mondiale dei poveri è un richiamo a tutti i cristiani sparsi nel mondo ma anche alle Istituzioni, perchè promuovano passi di solidarietà e accompagnamento dei poveri. Nel messaggio del Papa leggiamo l’invito “perché in tutto il mondo le comunità cristiane diventino sempre più e meglio segno concreto della carità di Cristo per gli ultimi e i più bisognosi”.

Il Beato Luigi Monza, quando parlava dei poveri, aveva sempre grande rispetto. Queste le sue parole:

Gesù Cristo si presenta al mondo e dice:
« Amatevi gli uni gli altri come io amo voi ».
« Voi tutti siete miei fratelli ».
Ha una preferenza Gesù Cristo da usare nel mondo e la usa per i più poveri;
anzi li solleva e li conforta dicendo:
« Beati i poveri perchè di loro è il Regno dei Cieli ».
Li predilige Gesù e promette un premio a chi avrà usato verso di loro carità:
« Qualunque cosa avrete fatto ad uno di questi poveri l’avete fatto a me ».

Don Luigi sollecitava l’incontro con i poveri e diceva:

La visita ai poveri è quella che attira più benedizioni da parte di Dio perchè costa più sacrifici.
Si deve andare da chi soffre da chi ha bisogno del nostro aiuto con spontaneità ed abnegazione.
Molte volte Dio è apparso sotto le vesti del povero
per farci capire la predilezione Sua per questi infelici,
per suggerirci il modo di servirli.
Si veda quindi nel povero, Dio e ricordando che disse:
« Avevo fame e mi avete sfamato…
avevo sete e mi avete dato da bere…
ero ignudo e mi avete vestito »,
alla fine della nostra vita terrena se spesa per il povero,
se ricca di rinunce a favore di chi ha bisogno, dirà:
« benedetti, entrate nel gaudio del Signore ».

E ancora, questo è lo stile che don Luigi ricorda di usare, quando si va incontro al povero:

Non dovete dimenticare che siete servi dei poveri
e perciò li dovete servirecon spirito di fede.
Essi sono i vostri signori e padroni, l’immagine di Gesù
e li dovete servire con amabile dolcezza e riconoscenza.
Prodigandovi così voi irradierete la fede, la speranza, la carità, l’amore.
Rendete dunque grazie a Dio che vi ha chiamate al servizio dei poveri.