La morte di don Luigi e il suo messaggio: la carità

(capitolo 9)
Don Luigi continuò il suo lavoro di parroco col ritmo consueto, ma si ammalò e con grande serenità diceva: “l’Opera può fare a meno di me. Io ho finito. Il Signore l’ha voluta, il Signore la manderà avanti”. Il 26 agosto 1954 fu colpito da un infarto. A Zaira ripeté piu’ volte: “Vedrai, vedrai, vedrai!…”. Quasi a dire: “Di che cosa vi preoccupate? E’ il Signore ormai che vi guida”. Don Luigi si fece da parte e silenziosamente scomparve il 29 settembre 1954 come il chicco di grano che muore per dare vita alla spiga. Ora don Luigi è sepolto nella Cappella dell’Istituto di Ponte Lambro.

PREGHIERA:

Signore, tante volte non sono capace di volere bene a tutte le persone che sono vicine a me. Aiutami a diventare grande, a voler bene con cuore pronto e disponibile.

IMPEGNO:

Dico alle persone a cui voglio bene: “Grazie. ti voglio bene!”