Don Luigi e le difficoltà della vita: la fedeltà nella prova

(capitolo 4)

Dopo un anno di seminario il papà di Luigi cade da un albero ed è costretto a letto. Luigi deve tornare a casa e dovette lavorare molto per aiutare la sua famiglia, tuttavia continua gli studi impegnandosi anche durante la notte nel tepore della stalla. Alla fine dell’estate del 1916 , il suo parroco, meravigliato dalla forza di volontà del ragazzo gli propose di tornare in seminario: la risposta doveva essere immediata. Lo aiutarono le parole della sua mamma: “Figliolo non guardare a noi! Se il Signore ti chiama, tu va’ per il Signore!”

PREGHIERA:

Gesù, Tu che non hai avuto paura di farti amico di tutti, aiutami a far posto nel mio cuore a tutti quelli che vivono con me.

IMPEGNO:

Ogni settimana scelgo un amico e gli faccio da “angelo custode” aiutandolo quando ha bisogno.